Protezione Civile Valle Del Marecchia

Protezione Civile Valle Del Marecchia

I nostri Collaboratori e Sostenitori

Printing

Printing

DIVENTARE VOLONTARIO


COME SI DIVENTA
 VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE?


Chiunque può iscriversi al Gruppo, purchè maggiorenne. Non esistono vincoli di sesso, cultura e di nessun altro genere. L’attività degli aderenti non può essere retribuita.

Gli aderenti hanno l’obbligo di partecipare alle attività dell’associazione, che vive del contributo di presenza, idee ed iniziative di ogni componente, ma anche di un piccolo contributo economico consistente in una quota associativa di € 25,00 all’anno (a copertura delle spese assicurative).

Per diventare soci è sufficiente:
  1. contattare il referente del gruppo al numero telefonico che trovate all'interno dell'area Contatti;
  2. compilare il modulo di richiesta scaricabile in questa pagina e consegnarlo presso la nostra sede o spedirlo all'indirizzo info@protezionecivilevalmarecchia.it 
Previa approvazione della richiesta di adesione da parte del Consiglio Direttivo ed il versamento di € 25,00 per l'assicurazione, si diventa volontari. Il versamento della quota assicurativa è necessario per poter partecipare alle attività del gruppo. L'assicurazione viene attivata nei giorni immediatamente successivi a quelli dell'iscrizione al gruppo.

Il neovolontario viene da subito reso partecipe delle attività del gruppo e dello spirito che lo anima, inserendolo nelle attività addestrative di tipo:
  • un addestramento interno di base riferito a Corsi di Primo Soccorso, Cartografia ed Orientamento, Radiocomunicazioni, Rischio Sismico ed Idrogeologico;
  • un addestramento di base per acquisire la qualifica di VOLONTARIO di PROTEZIONE CIVILE - in conformità delle normative nazionali e regionali - svolto a livello provinciale presso il Coordinamento delle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile di RIMINI.
Si individuano inoltre 3 tipi di volontario:
  •   “volontario sostenitore”: è richiesta la presenza alle attività ordinarie (riunioni ordinarie)
  •   “volontario attivo”: partecipa anche ad attività straordinarie senza obbligo dell’operatività completa.
  •   “volontario operativo”: partecipa ad interventi che richiedono adeguata disponibilità e riconosciuta capacità operativa.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il commento!